Dogon, i Nommos e Sirio C

Dogon, i Nommos e Sirio C

- in Archeologia Misteriosa
1363
0
dogon
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+33kTweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

LE TRADIZIONI DEI DOGON SUI NOMMOS E L’ESISTENZA DI SIRIO C.

Stanziati in Mali (Africa occidentale), i Dogon hanno una cultura ricca risalente a circa il 3200 aC , e si ritiene siano discesi da antichi egizi . Tradizioni profondamente radicate del popolo Dogon parlano dei Nommos che hanno visitato la Terra provenienti da una stella gemella di Sirio . I Nommos sono conosciuti come esseri anfibi che sono anche apparsi in numerosi miti relativi la tradizione babilonese, accadica e culture sumere.

sirio cLa stella gemella di Sirius avrebbe un’orbita ellittica di 50 anni e non è visibile ad occhio nudo  Secondo alcune ricerche , gli astronomi moderni non conoscevano la stella compagna di Sirio fino a quando è stato scoperto il mito dei Dogon . Le tradizioni dei Dogon riferiscono che il Nommos hanno condiviso la conoscenza  e lasciato alle spalle diversi manufatti . Un manufatto raffigurante la costellazione Sirius, è stato datato a 400 anni fà, ovvero poco più di 230 anni prima che gli astronomi scoprirono l’esistenza della stella compagna .

I Dogon sono stati documentati nel corso di uno studio effettuato da diversi anni dall’antropologo francese Marcel Griaule . Nelle sue note di ricerca troviamo conversazioni tra Griaule ed un anziano Dogon di nome Ogotemmeli , che parla di molteplici stelle compagne nel sistema di Sirio . Ci sono racconti che suggeriscono che i Nommos abbiano visitato la Terra in diverse occasioni, a bordo di una grande nave stella, ed alcuni particolari indicano che i Dogon conoscevano gli anelli di Saturno e le molte lune di Giove.

Ogni 60 anni, i Dogon celebrano il ciclo di Sirio A e B, il che pone ulteriori domande considerando che il ciclo di Sirius B è di 50 anni . I Misteri dei Dogon menzionano un’altra stella nel sistema solare, chiamata Sirio C. Si ritiene che i Nommos abitano in un pianeta in orbita intorno a Sirio C, anche se la scienza tradizionale non considera la costellazione Sirius un ottimo candidato per la vita.

Precedenti studi astronomici di Friedrich Bessel , Alvan Clark , e Walter Adams hanno determinato l’esistenza di Sirio B  e per un breve periodo, nel 1920, è stata osservata una piccola e sconosciuta fonte di luce, suggerendo la possibilità di un secondo compagno . La ricerca nel 1995, ha concluso che in base alle osservazioni dei moti del sistema di Sirio , è teoricamente possibile l’esistenza di una stella nana rossa con massa di 1/20 rispetto a Sirio B. Secondo uno studio condotto dalla NASA, nell’Osservatorio di  Astrofisica  europeo meridionale , il sistema di Sirio, oltre a Sirio A e Sirio B, comprenderebbe una seconda stella compagna , cioè Sirio C , probabilmente in orbita attorno a Sirio. Tuttavia, l’indagine empirica e strumentale non è pervenuta a risultati certi.

Qualora i moderni telescopi dovessero individuare Sirio C, saremmo in presenza di un  evento epocale, in grado di riscrivere la storia dell’umanità. In  caso affermativo, dovremmo convenire che i Dogon possedevano conoscenze loro trasmesse da civiltà superiori (i Nommos) e che le loro tradizioni si basano su elementi reali.

Il popolo dogon sembra conservare immensi misteri e l’esistenza dei Nommos e di Sirio C potrebbe essere un dato reale anche se ancora non esplorato.

Related: Nommos, Dogon e Sirio C. Popolo dei Dogon, visitatori Nommos ed orbita di Sirio.

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+33kTweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

TRE PROBLEMI DA RISOLVERE PER TROVARE ATLANTIDE

Condividi articolo000 Quello di Atlantide, è forse il