Il mistero delle telefonate dall’aldilà

Il mistero delle telefonate dall’aldilà

- in Paranormale
3480
0
telefonate_dai_morti
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+33kTweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Print this pageEmail this to someone

Telefonate dai morti. A volte, la trama inquietante di un thriller può essere un fatto della vita reale. Altre volte, la vita reale prende i contorni del romanzo e può divenire un thriller.

E’ possibile affermare l’effettiva esistenza del fenomeno delle telefonate provenienti da morti? Come tutti gli episodi paranormali, non è possibile confermare la realtà di queste storie e la loro fondatezza. Tuttavia, alcune di queste conversazioni telefoniche hanno un id chiamante ed è qui che la situazione diventa più inquietante.

Una persona deceduta effettua presumibilmente una telefonata e spaventa una persona cara. Di solito si tratta di un membro della famiglia o di altra persona che può avere significato nel contesto familiare. Alcune telefonate pervengono prima che l’interlocutore sappia che il chiamante è deceduto. Altre volte queste telefonate possono essere effettuate anche anni più tardi, ed hanno contorni diversi in funzione dei destinatari .
Vi è da dire che, normalmente, queste telefonate hanno caratteristiche simili. Ci sono casi in cui la linea rimane muta e non viene pronunciata alcuna parola. Altri casi riguardano discorsi reali in cui il defunto parla con la propria voce. Spesso, queste chiamate sono contraddistinte da frasi del tipo “E’ freddo qui ” o ” Perché mi hai fatto seppellire accanto alla nonna ? ” Va bene, ma immaginate un morto che contatta la propria amata e le dice le stesse cose che aveva detto poco prima di morire. E’ un momento orribile.  A volte, la telefonata è illogica, ma non dura mai troppo a lungo. La linea telefonica è intermittente e la voce suona molto distante.
Poichè ci sono molte informazioni e tante storie di telefonate dai morti, è impossibile stabilire se si tratta di fatti reali o di leggende che scaturiscono dall’immaginazione popolare. Pertanto, non vi è alcun modo per stabilire la fondatezza scientifica del fenomeno. Le telefonate dall’aldilà sono rintracciabili nella narrativa fin dal lontano 1964. Il fenomeno, a quanto sembra, ha preso piede dopo messa in onda di un episodio della serie di fantascienza “The Twilight Zone” dal titolo ” Night Call “.
Leggendo le storie relative a presunte telefonate dall’oltretomba, è facile rinvenire che molti contatti avvengono con numeri di telefono appartenenti al defunto. Questo particolare può rendere il fenomeno un tantino dimostrabile. Le telefonate potrebbero non provenire direttamente dai morti ma dal fatto che i loro telefoni, per qualche ragione, agiscono e si attivano in modo inaspettato ed inspiegabile.
Il cellulare di Charles Peck ha effettuato ben 35 telefonate dopo la sua morte.
Si tratta di un caso esemplificativo relativo ad un incidente ferroviario verificatosi a San Fernando Valley il 12 Settembre del 2008, dove morirono 25 persone. Tra le vittime vi era Charles Peck , un uomo di 49 anni, sposato e con due figli. Morì immediatamente dopo l’impatto, ma il suo corpo non fu trovato subito. Le ricerche del suo corpo furono guidate da 35 telefonate effettuate dal suo telefono ai suoi cari nelle undici ore dopo l’incidente.
La famiglia di Peck non ha mai udito il suono della sua voce e continuò a credere che fosse ancora vivo ed agonizzate tra le macerie. Il suo corpo è stato trovato undici ore dopo l’incidente. Il suo telefono aveva smesso di chiamarli un’ora prima. E’ ancora incerto se il telefono sia stato o meno scoperto, ma è stato certamente utilizzato per ritrovare il corpo.
Si tratta di un defunto che telefona dall’oltretomba? Oppure siamo in presenza di un funzionamento anomalo dei circuiti elettronici del telefono cellulare della vittima? 

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+33kTweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IL CASO DI DORIS BITHER

Condividi articolo000 Il caso di Doris Bither è