Thomas Edison ed il telefono con l’aldilà

Thomas Edison ed il telefono con l’aldilà

- in Paranormale
1970
0
edison
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Thomas Edison aveva tentato di trovare un dispositivo che potrebbe registrare voci dall’oltretomba.

Ben noto per lo sviluppo di dispositivi come il fonografo e la lampadina ad incandescenza, le invenzioni di Edison sono un dato oggettivo entrato all’interno della vita di tutti i giorni. Tuttavia, quel che è meno noto è il fatto che l’inventore ed imprenditore si era dedicato allaa creazione di un dispositivo che potrebbe consentire la comunicazione con i morti.

La sua ricerca in questo settore non è stata ben pubblicizzata quanto meno fino al 1949, quando un’edizione francese del suo diario originale è stata scoperta e tradotta con interessanti dettagli dei suoi esperimenti.

I suoi sforzi per registrare le voci dei morti hanno avuto luogo verso la fine del 1870, quando Edison ha tentato di sviluppare un “telefono spirititco», amplificando notevolmente il suono da uno dei suoi fonografi.

Era così sicuro che avrebbe funzionato, che ha anche fatto un patto con uno degli ingegneri, William Walter Dinwiddie, secondo cui il primo di loro a morire avrebbe tentato di contattare l’altra parte dall’aldilà.

Se Edison in realtà abbia raccolto prove di comunicazione spiritiche rimane un mistero.

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IL CASO DI DORIS BITHER

Condividi articolo000 Il caso di Doris Bither è