ARCHEOLOGI GRECI SOSTENGONO DI AVER TROVATO LA TOMBA DI ARISTOTELE

ARCHEOLOGI GRECI SOSTENGONO DI AVER TROVATO LA TOMBA DI ARISTOTELE

- in Archeologia
962
0
tomba-aristotele
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Gli archeologi greci hanno fatto un annuncio sorprendente: affermano di avere individuato il sepolcro di Aristotele. La notizia consegue ai risultati di oltre 20 anni di scavi nell’antica città macedone di Stagira, luogo ove Aristotele nacque nel 384 a.c..

L’archeologo Kostas Sismanidis ha riferito che il tumulo è certamente riferibile al noto filosofo, sulla base della sua architettura e posizione e su altri elementi di segno inconfutabile. In effetti, le fonti letterarie suggeriscono che le ceneri di Aristotele siano state trasferite a Stagira, suo luogo di nascita.

La tomba a cupola ha un pavimento di marmo datato al periodo ellenistico“, afferma il Reporter greco. “Si trova al centro di Stagira, vicino all’Agora, con vista a 360 gradi. Il carattere pubblico della tomba è evidente dalla sua posizione, ma gli archeologi sottolineano che si tratta di una costruzione affrettata e poi recuperata con materiali di qualità. C’è un altare al di fuori della tomba ed un pavimento di forma quadrata. La parte superiore della cupola è alta 10 metri. Il muro perimetrale a semicerchio è pari a due metri di altezza. Un percorso conduce all’ingresso della tomba per coloro che intendevano rendere omaggio. Sono state rinvenute ceramiche provenienti dai laboratori di ceramica reali e cinquanta monete risalenti al tempo di Alessandro Magno. “

Aristotele-Villaggio-Olymbiada
Vista panoramica del Villaggio di Olymbiada, Chalkidiki, Grecia. La zona a nord-est individua il sito di Stagira

The Guardian afferma che i resti dell’antico complesso sono stati rinvenuti nel 1996, quando sono stati scoperti per caso durante i lavori di costruzione in vista della progettazione di un nuovo museo di arte moderna, e gli scavi presso il sito sono in corso da allora.

“Aristotele nacque nel 384 aC nella città di Stagira, alla periferia nord della Grecia classica. Suo padre era Nicomaco, medico, e sua madre era Phaestia, probabilmente vicina all’ambiente medico (anche se i dettagli sono sconosciuti.) A parte Aristotele, avevano un figlio di nome Arimnestus ed una figlia di nome Arimneste. I genitori morirono prematuramente, ma Aristotele aveva un tutore che si prese cura di lui. Prosseno di Atarneus educò Aristotele per un paio d’anni prima di mandarlo ad Atene all’Accademia di Platone.
Aristotele entrò a far parte dell’Accademia di Plato all’età di diciotto anni e vi rimase fino all’età di trentasette anni. Quando lasciò Atene nel347 aC, era già molto popolare nella capitale di Pella e tra i nobili.

aristotele
Testa di Aristotele. Scultura in bronzo di Lisippo

In principio, fu un proselite del platonismo, ma dopo la morte di Platone, si accostò agli studi empirici spostandosi dal platonismo all’empirismo.

Scuola-Atene-Aristotele-Platone
La Scuola di Atene. Affresco di Raffaello. Platone (a sinistra) ed Aristotele (a destra)

Aristotele riteneva che la conoscenza fosse basata sulla percezione. Le sue opinioni sulle scienze naturali rappresentano le basi di fondo di molte correnti filosofiche. I suoi scritti coprono molti argomenti, tra cui: biologia, zoologia, metafisica, psicologia, fisica, logica, etica, estetica, la poesia, il teatro, la musica, la retorica, la linguistica e la politica. I risultati delle sue analisi hanno contribuito allo sviluppo delle scienze fisiche influenzando il pensiero medievale ed il Rinascimento.
Molte delle osservazioni zoologiche di Aristotele, come ad esempio gli studi sulla riproduzione del polpo, non sono stati confermati o smentito fino al 19 ° secolo. Alcune delle sue opere contengono anche il primo noto studio formale sulla logica, che nel 19 ° secolo divenne la base per la moderna logica formale. “

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IN EGITTO E’ STATA SCOPERTA LA TOMBA DI UN FARAONE SCONOSCIUTO

Condividi articolo000 Gli scavi archeologici in Egitto proseguono