Tombe con pesci mummificati scoperte in Egitto

Tombe con pesci mummificati scoperte in Egitto

- in Archeologia
750
0
mummie-egiziane
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Due antiche tombe egizie sono state scoperte da un archeologo spagnolo.

tomba-egizia
Dettaglio della tomba

Le tombe si trovano nel sito archeologico di Al – Bahnasa, a Minya in Egitto. Le antiche tombe, che risalgono circa 2.500 anni fa contengono sarcofagi con i resti mummificati di uno scriba e di un sacerdote , unitamente ad un interessante corredo funerrio. Le tombe appartengono alla 26 ° dinastia dell’Egitto (c. 685-525 aC) , l’ ultima dinastia che governò l’Egitto prima della conquista persiana nel 525 aC. Il regno della dinastia è anche chiamato Periodo Saita dalla città di Sais , dove i suoi faraoni avevano la loro capitale , e segna l’inizio del Tardo Periodo dell’antico Egitto. Il gran numero di monete risalenti a questa dinastia rivela che l’era Saita è stata uno dei periodi fiorenti d’Egitto. Secondo una dichiarazione rilasciata dal Ministro delle Antichità la prima tomba appartiene ad un antico scrittore di rango, che avrebbe avuto un “grande influenza sulla vita intellettuale e culturale dell’epoca .” Gli scribi hanno avuto un ruolo importante nella società egiziana e sono stati al centro del funzionamento dell’amministrazione centralizzata, dell’esercito e del sacerdozio. Gli scribi facevano parte di una piccola elite dell’antica società egiziana, perchè sapevano leggere e scrivere. La lingua geroglifica degli antichi Egizi era complessa ed elegante e coloro che la conoscevano ricoprivano una posizione elevata nella società e divenivano membri della corte reale.pesci mummificatiDentro la tomba dello scriba, gli archeologi hanno scoperto la mummia del defunto, che si trova in buono stato di conservazione, con un calamaio di bronzo e due penne di bambù, che sarebbero state collocate nel feretro per aiutare lo scrittore nella sua opera nell’aldilà . Insolitamente, i ricercatori hanno scoperto anche un pesce mummificato all’interno della tomba. Secondo Ali El Asfar, capo del Settore Antichità Egiziane presso il Ministero delle Antichità  afferma che è  “la prima volta che si trova un pesce imbottito o mummificato all’interno di una tomba.” I pesci sono stati mummificati in massa in Egitto, come offerte alle divinità. Erano avvolti in lenzuola e tenuti insieme da fasce di stoffa imbevute di resina appiccicosa.  Tuttavia, poiché questi pesci sono stati trovati all’interno della tomba del defunto, si ritiene che sono stati messi lì come cibo per lo scriba nella sua vita ultraterrena.

Leggi anche: http://ancient-origins.net/news-history-archaeology/two-26th-dynasty-tombs-unearthed-egypt-containing-mummies
La seconda tomba appartiene ad un sacerdote, capo di una famiglia i cui membri erano sacerdoti nel tempio Osirion. Questo tempio è stato scoperto recentemente a due chilometri ad ovest della tomba. All’interno della tomba, gli archeologi hanno trovato una grande collezione di sarcofagi in pietra, alcuni dei quali rotti, insieme a vasi canopi in alabastro scolpito e recanti testi geroglifici , nonché una collezione di 26 monete di bronzo della dinastia e di statuette di bronzo osiriane.

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IN EGITTO E’ STATA SCOPERTA LA TOMBA DI UN FARAONE SCONOSCIUTO

Condividi articolo000 Gli scavi archeologici in Egitto proseguono