Marte: individuata struttura simile a Stonehenge

Marte: individuata struttura simile a Stonehenge

- in Spazio e Astronomia
791
0
marte_stonehenge
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Sembra incredibile. Su Marte è stato individuato un cerchio di pietre straordinarmente simile a Stonehenge !.

La strana struttura è “immortalata” in alcune chiare immagini, in alta risoluzione, catturate dalle telecamere a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter.

Già battezzato dalla rete come “Marshenge”, gli appassionati di alieni l’hanno paragonato al celeberrimo cerchio di pietre di Stonehenge, nel Wiltshire, Inghilterra.

La formazione circolare si trova sulla cima di un piccolo rilievo, simile ad un tumulo, molto simile a quelli presenti anche sulla Terra.

Il presunto cerchio marziano è stato avvistato nelle immagini catturate dalla telecamera Experiment High Resolution Imaging Science, o HiRISE, a bordo.

marshenge
Immagine in alta risoluzione del sito marziano.

Secondo Nigel Watson, autore di “UFO Investigations Manual”, il Marshenge rischia di rafforzare la convinzione di chi crede che alcuni antichi monumenti terrestri siano stati realizzati con l’aiuto degli alieni.

«Strutture piramidali vengono osservate regolarmente sulla superficie di Marte, venendo collegate con le antichi piramidi terrestri. Ora con il Marshenge abbiamo un legame anche con le nostre strutture preistoriche», commenta Watson.

«Il disprezzo degli scettici non è riuscito a far vacillare la teoria del paleocontatto. La scoperta del Marshenge rafforza l’ipotesi che antichi astronauti abbiano in passato visitato il nostro Sistema Solare, determinando un impatto significativo nella storia dell’evoluzione umana», continua l’autore. «Al momento, il collegamento tra Stonehenge e Marshenge richiede un enorme salto d’immaginazione, dato che non sappiamo cosa rappresentino queste rocce».

Infatti, gli esperti spiegano che tali cerchi di pietra possano formarsi anche a causa di processi naturali, simili a quelli osservati anche qui sulla Terra, come il ciclo di congelamento-scongelamento del permafrost, capace di posizionare le pietre in configurazioni circolari e poligonali sui pendii più bassi.

Dunque, bizzarria della natura o reliquia di un’antica civiltà marziana? Come ebbe al dire il poeta, «ai posteri l’ardua sentenza!».

 

Fonte: ilnavigatorecurioso

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IL MISTERO DELL’ESAGONO DI SATURNO. EVENTO NATURALE O ARTEFATTO?

Condividi articolo000 IL MISTERO DELL’ESAGONO DI SATURNO Saturno