Siding Spring: la cometa che potrebbe cadere su Marte nel 2014.

Siding Spring: la cometa che potrebbe cadere su Marte nel 2014.

- in Spazio e Astronomia
375
0
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Marte potrebbe trascorrere una brutta giornata il 19 ottobre del 2014

Secondo la Nasa, infatti, esiste una piccola possibilità che una cometa, recentemente individuata, potrebbe collidere con il nostro vicino di casa.

La cometa si chiama C/2013 A1 (Siding Spring) ed è stata scoperta da Robert H. McNaught, un prolifico cacciatore di asteroidi che,  appena due mesi fa, al Near-Earth Object Program Office della NASA, presso il Jet Propulsion Laboratory , a Pasadena , in California , ha pure ricostruito la traiettoria della cometa.

Secondo gli ultimi calcoli orbitali, la cometa transiterà a soli 31 mila miglia ( 50000 km ) da Marte. E’ probabile che il Pianeta Rosso riuscirà a schivare l’asteroide.

La possibilità di impatto , tuttavia, non è stata completamente esclusa. La NASA afferma che esiste una possibilità su 600 che la cometa possa effettivamente impattare sul suolo marziano.

Se ciò dovesse accadere, l’impatto di Siding Spring potrebbe essere veramente catastrofico, anche per il nostro pianeta.

Sulla base delle osservazioni fino ad oggi effettuate, il nucleo della cometa è di dimensioni “spaventose”: larga da 9 miglia (15 km) a 31 miglia (50 km). La cometa viaggerebbe ad una velocità di 35 miglia (56 km) al secondo.

La forza energetica della collisione potrebbe essere pari a miliardi di megatoni e generare un cratere di centinaia di chilometri di larghezza.

Si tratterebbe di un impatto analogo a quello che, 65 milioni di anni fà, causò l’estinzione dei dinosauri sul nostro pianeta. Un evento talmente catastrofico da risultare  visibile dalla Terra anche ad occhio nudo.

È probabile , tuttavia, che che l’impatto non avverrà ma Siding Spring sarà comunque visibile con binocoli e telescopi amatoriali nel sud del pianeta, intorno a metà settembre 2014.

La cometa avrà una luminosità eccezionale e gli astronomi cercano di elaborare una tecnologia simile a quella usata nel  Mars Rovers per riprendere ed esaminare il fenomeno.

Varrà sicuramente la pena osservare uno spettacolo raro ed eccezionale come questo. Ad una sola condizione. Che Sinding Spring non collida con il pianeta rosso.

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IL MISTERO DELL’ESAGONO DI SATURNO. EVENTO NATURALE O ARTEFATTO?

Condividi articolo000 IL MISTERO DELL’ESAGONO DI SATURNO Saturno