IL DNA UMANO POTREBBE ESSERE DI ORIGINE EXTRATERRESTRE

IL DNA UMANO POTREBBE ESSERE DI ORIGINE EXTRATERRESTRE

- in Medicina
2730
0
dna-alieno
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

La struttura del DNA umano è stata sempre oggetto di perpeplessità da parte degli scienziati, in quali non riescono ancora a fornire una risposta coerente, sulla sua origine e sul perchè si differenzi sensibilmente dal DNA di altre specie viventi.

Le difficoltà interpretative hanno indotto alcuni studiosi a ritenere che il nostro DNA non ha origini terrestri bensì aliene o, per così dire, extraterrestri.

Gli esperti dichiarano: “Prima o poi … dobbiamo accettare il fatto che tutta la vita sulla Terra porta con se il codice genetico dei nostri cugini extraterrestri e che l’evoluzione non è quello che noi pensiamo che sia.” Secondo gli scienziati che hanno speso più di 134 anni di lavoro sul genoma umano, il DNA umano è stato progettato da civiltà aliene avanzate.

Questo è quando sostengono alcuni scienziati provenienti da Kazakistan, che appunto dopo anni di ricerche, sono arrivati alla conclusione che la nostra specie è stata creata e progettata da una ‘civiltà superiore’. Gli esperti ritengono che i nostri ‘creatori’ hanno voluto conservare un messaggio all’interno del nostro DNA  o semplicemente la vita animale e vegetale su altri pianeti.

I ricercatori Maxim A. Makukov del Fesenkov Astrophysical Institute e Vladimir I. Shcherbak della Al-Farabi Kazakh National University hanno speso più di 13 anni di lavoro sul genoma umano, grazie a un progetto finanziato dal governo per mappare il DNA umano.

Dopo 13 anni di studi, gli esperti hanno concluso che gli esseri umani sono stati progettati da una civiltà superiore e che ci sono un “insieme di modelli aritmetici ed un linguaggio simbolico ideografico” codificati nel nostro DNA. Inoltre, gli scienziati sostengono che il 97 per cento della sequenza non codificata del DNA umano, è in realtà un codice genetico avanzato creato da avanzate forme di vita aliena proveniente da altri luoghi dell’universo. Gli scienziati occidentali avevano detto che questa parte del DNA, appunto definita “spazzatura” o “Dna junk”, non aveva nessuna peculiarità in merito al resto del genoma, quindi non serviva a nulla. Questo fa presupporre che biologi e altri scienziati occidentali, hanno di proposito messo a tacere il tutto, per non far passare la notizia che il DNA è un progetto di origine Aliena. Quindi  ora i ricercatori Kazaki, dopo 13 anni di intensa attività di ricerca, hanno concluso:

“La nostra ipotesi è che una civiltà extraterrestre più avanzata, che era impegnata nella creazione di una nuova vita da inseminare su vari pianeti. Il pianeta Terra è stato solo uno di loro. Quello che vediamo nel nostro DNA è un programma composto da due versioni, un codice strutturato gigante, e un codice semplice o di base “.

Gli esperti ritengono che l’improvviso ‘boom’ in evoluzione che è iniziato sulla Terra miliardi di anni fa, è il segno definitivo di qualcosa che accade su un livello più alto, di cui non siamo ancora pienamente consapevoli e che il codice matematico nel DNA non può spiegare l’evoluzione.
Mr. Makulov ha detto: “Prima o poi … dobbiamo accettare il fatto che tutta la vita sulla Terra porta il codice genetico dei nostri cugini extraterrestri e che l’evoluzione non è ciò che pensiamo che sia”, cosi riporta il quotidiano inglese Express.

Scrivendo sulla rivista scientifica Icarus dedicata al campo della scienza planetaria, il suo proprietario di lunga data,  l’editore Academic Press scrive che gli scienziati hanno affermato che un messaggio alieno è molto probabile che sia stato codificato in noi, un messaggio che gli alieni potrebbero rivedere in un secondo momento. Gli scienziati non hanno ancora spiegato quale potrebbe essere il messaggio, ma questo si trova all’interno del DNA.

Tuttavia, uno degli esperti ha dichiarato: ” Una volta fissato, il codice potrebbe rimanere immutato nei tempi cosmologici; in realtà, è il costrutto più durevole noto. Pertanto rappresenta una memoria estremamente affidabile per una firma intelligente. Una volta che il genoma è adeguatamente riscritto, il nuovo codice con una nuova firma rimarrà congelato nella cella e la sua progenie, che potrebbe poi essere consegnato attraverso lo spazio e il tempo”.

È interessante notare che, secondo il co-scopritore della struttura del DNA (della molecola del DNA) il Dr. Francis Crick, nel 1953 disse: ” … gli organismi sono stati volutamente trasmessi a terra da esseri intelligenti di un altro pianeta. Concludiamo che è possibile che la vita ha raggiunto la terra in questo modo, ma che l’evidenza scientifica è inadeguata al momento di dire nulla circa la probabilità … ” Nel libro intitolato ‘la vita stessa,’ Francis Crick afferma che non vi è alcun modo possibile che la molecola di DNA potrebbe avere avuto origine sulla Terra, ma deve essere stata progettata altrove, su altri pianeti”. Infatti  Francis Crick non è mai stato d’accordo con le teorie strampalate della scienza ufficiale (pur di negare che esiste qualcosa al di fuori di noi) e prima della sua scomparsa (1994)  dichiarò che siamo in realtà il risultato di ciò che definì il Progetto di Panspermia.

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

IN UN BATTERIO IL SEGRETO DELL’IMMORTALITA’

Condividi articolo000 L’ELISIR DI ETERNA GIOVINEZZA ED IL