Gli esseri umani sono di origine aliena?

Gli esseri umani sono di origine aliena?

- in Ufologia
759
0
umani-alieni
Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Perché siamo così diversi dalle altre specie? Gli esseri umani sono Alieni nel pianeta Terra?

Ogni giorno, in tutto il mondo, si ha notizia di avvistamenti ufo ed incontri ravvicinati. Eppure, nonostante tutto, la maggior parte degli individui è restia ad accettare la possibilità di intelligenza extraterrestre o di contatti alieni con il nostro pianeta. Nei campi agricoli di tutto il mondo appaiono misteriosi cerchi nel grano, soprattutto in Inghilterra, e questo ‘potrebbe’ essere un tentativo di contatto alieno. L’evidenza è inconsistente e non sufficiente a dimostrare l’esistenza di visitatori alieni sulla Terra, però possiamo porci un’altra domanda.  Gli esseri umani sono alieni? Da dove provengono gli esseri umani?

La razza umana ha avuto origine in un altro pianeta?

Le prove possono trovarsi in antiche rovine e testi provenienti da ogni angolo del globo, da luoghi come il Perù, India, Isola di Pasqua, Cina e Bolivia, i quali indicano chiaramente la presenza di una razza avanzata. Una razza umana che avrebbe visitato la Terra con macchine volanti ed i cui appartenenti sono stati trattati come dei, come si può notare dai numerosi dipinti ed immagini da tempi antichi. Questi disegni e dipinti spesso raffigurano esseri umani che scendono a terra a bordo di navi e sono diffusi in tutto il mondo. Chi erano questi esseri? Siamo noi? Gli alieni sono di razza umana? Forse proveniamo da un altro pianeta?

Domande senza risposta

C’è una pletora di domande senza risposta riguardante alieni e per ogni teoria che viene proposta insorgono dubbi ed un irritante mancanza di prove. Lo stesso vale per la nascita dell’umanità. L’uomo si è evoluto dalle scimmie? Ci sono molti dubbi sulla teoria dell’evoluzione. Tuttavia, c’è un altra teoria su cui discutere e vi sono prove scientifiche a sostegno di questa teoria.

I leader religiosi e gli uomini di scienza hanno gli stessi ideali: vogliono comprendere e spiegare l’universo di cui fanno parte. Entrambi nutrono ardentemente il desiderio di risolvere, se una soluzione sia sempre possibile, il più grande enigma: perché siamo qui ?

Gli alieni e gli esseri umani hanno origine dal processo di Panspermia?

Il termine Panspermia deriva dalle parole greche “pan ‘(tutti) e’ spermia ‘(seme).

La teoria della Panspermia afferma che la vita sulla Terra e su altri pianeti potrebbe essersi originata dalla vita microbica che ha viaggiato attraverso lo spazio all’interno di comete o meteoriti.

I tre tipi più popolari di panspermia sono:

Panspermia guidata: I germi della vita sarebbero seminati in via intenzionale da civiltà aliene avanzate  o addirittura dalla stessa razza umana in futuro.
Panspermia balistica: Le rocce espulse dalla superficie di un pianeta, a seguito dell’impatto di comete e meteoriti, diventano mezzi di trasporto per materiale biologico da un pianeta all’altro, all’interno dello stesso sistema solare.
Lithopanspermia: Le rocce espulse dalla superficie di un pianeta abitato trasportano materiale biologico da un sistema solare all’altro all’interno di una cometa che collide su un pianeta, seminando così la vita su quel pianeta.

Storia della teoria della Panspermia

La teoria della Panspermia apparve per la prima volta negli scritti di Benoît de Maillet, un nobile francese, diplomatico e storico naturale. Egli credeva che la vita sulla Terra è stata seminata da germi provenienti dallo spazio diffusisi nei nostri oceani.

La teoria è stata poi ripresa nel XIX secolo dagli scienziati Jöns Jacob Berzelius (1779-1848), Lord Kelvin (William Thomson) (1824-1907) ed Hermann von Helmholtz (1821-1894). Questo è ciò che Lord Kelvin affermava sulla teoria della panspermia:

Si deve considerare come probabile al più alto grado che ci siano innumerevoli pietre meteoriche ricche di semi che viaggiano nello spazio. Se nella Terra non esisteva alcuna forma di vita, l’impatto di un meteorite avrebbe potuto creare le condizioni per ricoprire il pianeta di vegetazione

Evidenze sulla Panspermia

Nel 2001, un gruppo di ricercatori inglesi ed indiani ha presentato molte prove a sostegno della teoria della panspermia, in occasione della riunione annuale del 46 ° International Society for Optical Engineering (SPIE) a San Diego. Durante le loro ricerche sono riusciti a raccogliere grumi di cellule viventi dalla stratosfera dove non c’è ossigeno, azoto o anidride carbonica.

Queste evidenze inducono a porsi la domanda.  Gli esseri umani sono alieni  in questo pianeta?

La prova che i batteri possono sopravvivere nello spazio

La validazione della teoria della Panspermia esige la dimostrazione che i batteri possono sopravvivere nell’ambiente dello spazio profondo. Fortunatamente, esistono prove concrete che i batteri siano sopravvissuti nello spazio profondo ed a lungo termine.

Batteri individuati in un Meteorite stimato a 4,5 miliardi di anni

Il 11 Maggio del 2001, il geologo Bruno D’Argenio ed il biologo molecolare Giuseppe Geraci presso l’Università di Napoli, annunciarono al mondo una scoperta straordinaria. Avevano scoperto batteri extraterrestri all’interno di un meteorite stimato a 4,5 miliardi di anni. I due scienziati hanno affermato che i batteri avevano un DNA diverso da qualsiasi altro sulla Terra.

Meteorite esplode sopra il Canada e rivela Altre prove

Circa 12 anni fa un meteorite esplose sopra il Canada ed i frammenti che sono stati recuperati hanno rivelato alcune prove interessanti a favore della teoria della Panspermia. Un mix di composti organici che comprendeva aminoacidi e acidi monocarbossilici, entrambi essenziali per l’evoluzione delle prime semplici forme di vita sulla Terra sono stati trovati in frammenti di roccia. Questo dà ancora più prove alla teoria che la vita sulla Terra e in effetti l’umanità ha avuto origine là fuori, nello spazio!

Microbi terrestri sulla Luna

Il 17 aprile 1967 la sonda statunitense Surveyor 3 atterrò sulla Luna per iniziare ad esplorare la superficie lunare. Si è trattato di un grande trionfo per l’umanità ed ha ricevuto molta attenzione da parte del mondo, tuttavia, c’era un aspetto della missione che non ha ricevuto l’attenzione dovuta. Nel 1969, quasi 2 anni e mezzo dopo l’atterraggio, l’equipaggio dell’Apollo 12 recuperò e riportò sulla terra diversi componenti della sonda, tra cui la macchina fotografica in cui sono stati trovati batteri sopravvissuti nello spazio vuoto, per almeno 3 anni, nonostante l’esposizione alle radiazioni, l’assenza di acqua e nutrienti e le temperature bassissime.

Insomma, vi sono prove più che sufficienti per dimostrare che i batteri possono sopravvivere nello spazio e viaggiare da un pianeta all’altro attraverso la Panspermia.

Anatomia di una cometa

La Terra è in rapporto con gli altri pianeti del nostro Sistema Solare attraverso il processo di Panspermia?

Supponiamo di essere alieni sul pianeta Terra o per essere più precisi, che tutta la vita è aliena sulla Terra e che in realtà è nata da qualche altra parte, forse in questo sistema solare, o da uno a migliaia di anni luce di distanza. Ciò significa che da qualche parte là fuori, nella vastità dello spazio, ci sono pianeti molto più vecchi del nostro dove la vita ha avuto inizio e si è probabilmente conclusa dopo milioni di anni. Se solo un pianeta avesse inviato semi in questo modo, intenzionale o meno, significa che ci potrebbero essere molti più pianeti popolati con uguali o simili specie come le vediamo oggi sulla Terra insieme ad umanoidi. Una catena di pianeti che costantemente semina altri pianeti con nuova vita molto simile al sistema riproduttivo delle piante e degli alberi.

Il meteorite che ha ucciso i dinosauri avrebbe  potuto avviare la Panspermia

L’asteroide, largo 10 chilometri, che ha colpito la Terra ed avrebbe spazzato via i dinosauri potrebbe aver avviato la semina di altri pianeti e lune in tutto il nostro sistema solare. Sappiamo che i batteri possono sopravvivere all’interno di meteoriti e possono sopravvivere a lunghi viaggi nello spazio. Pertanto, l’impatto dell’asteroide avrebbe inviato milioni di rocce dalla Terra nello spazio, ricche di batteri.

Relazione della New Scientist in materia.

“Il team ha calcolato che il materiale biologico sarebbe finito sui corpi del sistema solare con maggiori probabilità di ospitale la vita: Encelado, la luna di Saturno ed Europa, luna di Giove, che si pensa siano dotati di oceani con acqua liquida nel sottosuolo.  Altri frammenti  potrebbero avere raggiunto la Luna e Marte.

I ricercatori hanno calcolato che circa 1000 rocce, dopo l’impatto di Chicxulub, potrebbero aver raggiunto pianeti lontani circa un milione di anni luce.

Gli esseri umani sono Originari di Marte?

Secondo molti scienziati, tutta la vita sulla Terra potrebbe aver avuto origine su Marte ed è stata portato qui attraverso Panspermia, su meteoriti e comete.

Diversi meteoriti sono stati trovati sulla Terra, che hanno dimostrato di aver avuto origine su Marte e scienziati hanno anche trovato tracce di vita all’interno delle rocce, il che significa che è concepibile che la vita sulla Terra potrebbe essere stata in origine marziana.

Conclusione: gli esseri umani sono di origine aliena?

Dalle prove illustrate e dalla ricchezza ed obiettività delle informazioni, sembra possibile affermare che l’uomo e la razza umana siano di origine aliena.

La riflessione può andare oltre. Se la Panspermia ha fondamento, ciò significa che l’Universo si sta riproducendo! Vuol dire che non siamo soli in questo universo infinitamente grande. Ciò significa che ci possono essere altri “esseri umani” là fuori che vivono su pianeti che si trovano nelle “zone abitabili” attorno a stelle.

Ciò significa che i dipinti ed i disegni di esseri umani provenienti dallo spazio possono effettivamente descrivere essere umani che sono stati seminati su altri pianeti, e che sono stati abbastanza progrediti da giungere sulla Terra, istruendoci. Forse siamo stati intenzionalmente seminati da quelle civiltà e poi visitati ed eruditi: questa potrebbe anche essere la ragione della contestuale apparizione, in tutte le parti del mondo, di strutture di tipo piramidale, costruite ed edificate inspiegabilmente ed in assenza di adeguati strumenti tecnologici.   Purtroppo, essi potrebbero avere smesso di farci visita ritenendoci troppo pericolosi. In senso più positivo, forse sono in attesa che riusciamo a progredire e sviluppare tecnologie avanzate per poi avere un nuovo contatto.

Condividi articoloShare on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Print this pageEmail this to someone

Facebook Comments

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

UFO NEL MAR BALTICO

Condividi articolo010 MAR BALTICO. Nel 2012, un team