Eva Braun era di origine ebrea.

0
12256

Eva Braun, giovane e storica compagna di Adolf Hitler, era di origine ebrea.

E’ quanto provato dall’esame genetico effettuato su una spazzola da capelli ritrovata nella residenza di Berghof, dove la donna trascorse lunga parte della Seconda Guerra mondiale.

I ricercatori, analizzando alcune tracce pilifere, hanno repertato una sequenza di DNA associata agli ebrei aschenaziti, discendenti dalle comunità che popolarono la Valle Del Reno.

L’indagine è completa ma, per avere la certezza assoluta, bisognerebbe categoricamente escludere che quei capelli appartengano ad una diversa persona.

Resta il fatto che a nessuno sarebbe venuto in mente ipotizzare che Eva Braun potesse essere ebrea o di origini ebraiche.

Se l’autenticità dei reperti analizzati venisse definitivamente confermata, sorgerebbero ulteriori e significativi interrogativi.

Adolf Hitler conosceva le origini ebraiche di Eva Braun? Se si, la dottrina antisemita del fhurer avrebbe previsto delle eccezioni, legate alle dinamiche familiari, che dovrebbero indurre, in parte, a riscrivere alcuni aspetti del nazismo.

Il Reich, sopratutto nella fase finale del regime, condusse una lotta cruenta contro le comunità ebraiche, relegando uomini, donne e bambini nei c.d. campi di sterminio. L’esistenza di camere a gas è stata messa in dubbio dalla parte revisionistica della storiografia, imputando agli alleati di aver forzato la mano nel tentativo di demonizzare il nazismo per coprire alcuni discutibili interventi bellici.

Una Eva Braun ebrea e non ariana costituisce un ulteriore spunto di riflessione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui