Jack Lo Squartatore non è mai esistito

1
2780

Un’indagine durata 11 anni sul più noto serial killer del 19° secolo è giunta ad una sorprendente conclusione: Jack Lo Squartatore non è mai esistito.

Il misterioso serial killer, conosciuto  come Jack lo Squartatore, è stato oggetto di indagini e ricerche per oltre 125 anni, ma fino ad oggi nessuno è stato in grado di ricostruire l’identità del killer vissuto in epoca vittoriana ed i cui macabri crimini hanno visto la morte di diverse donne a Londra.

Ora, dopo un esame approfondito che abbraccia più di un decennio, l’ex detective della squadra omicidi Trevor Marriott ha stabilito che il motivo per cui non è stato possibile accertare l’identità di Jack risiede nel fatto che Jack Lo Squartatore in realtà non è mai esistito.

Lo pseudonimo Jack The Ripper (Jack Lo Squartatore) fù coniato da un giornalista, Thomas Bulling, che inviò una lettera a Scotland Yard con l’intenzione di ottenere uno scoop.

Gli omicidi sono stati effettivamente commessi, ma l’ipotesi è che essi sono stati indiscriminatamente ricondotti al fantomatico Jack Lo Squartatore mentre, in realtà, sono stati compiuti da diverse persone e non avrebbero alcun collegamento.

I fatti di questo caso sono stati completamente distorti nel corso degli anni,” ha detto Marriott. “Jack Lo Squartatore dovrebbe essere responsabile di cinque assassini, ma ci sono stati altri omicidi simili prima e dopo quelli a lui attribuiti, sia in questo paese che all’estero, in America ed in Germania.”

L’immagine di Jack lo Squartatore che si aggira per le strade di Londra con un mantello nero e cappello a cilindro, a quanto pare, potrebbe soltanto una leggenda metropolitana.

Condividi questo articolo !

1 COMMENT

  1. […] Jack Lo Squartatore colpì nuovamente una settimana dopo, l’8 Settembre del 1888. La seconda vittima, Annie Champman, donna di 46 anni, fù trovata morta ad Hambury Street. Anche in questo caso, l’assassino aveva cercato di decapitare la povera donna, tanto che la testa era quasi completamente recisa dal busto. Il ventre era stato aperto e gli intestini appoggiati sulla spalla destra. L’utero, la vagina e parte della vescica erano stati estratti dal corpo, tramite un’arma da taglio. Unico riscontro indiziario: una lettera insanguinata (recante la data del 20 Agosto 1888) ed alcune monete ritrovate ai piedi del cadavere. […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here