Captato segnale alieno da Proxima Centauri

Captato segnale alieno da Proxima Centauri
Sharing

Il telescopio Parkers, in Australia, ha captato un misterioso segnale proveniente da Proxima Centauri. Secondo la valutazione degli osservatori, il segnale non avrebbe origine naturale ma artificiale. Il che significa che potrebbe provenire da una civiltà tecnologicamente avanzata.

Un gruppo di scienziati, facenti parte del gruppo del progetto Breakthrough Listen, precedentemente finanziato da Stephen Hawking, ha rilevato un fascio di onde radio, alla frequenza di 982 Megaheartz, proveniente dalla stella Proxima Centauri, distante circa 4 anni luce dal nostro pianeta. La circostanza che ha sorpreso maggiormente gli astronomi è proprio il raggio di frequenza in cui è stato trasmesso il segnale (982 Mhz), non compatibile con alcuna sorgente naturale conosciuta ed attribuibile ad attività di carattere non naturale.

La banda di trasmissione, inoltre, non è riferibile a segnali trasmessi da satelliti o da veicoli spaziali di costruzione umana, i quali operano su altre e diverse frequenze. Esistono, pertanto, fondate probabilità che il segnale intercettato sia stato trasmesso da un sistema di comunicazione tecnologicamente avanzato ovvero possa essere l’espressione di una forma di vita avanzata e tecnologicamente progredita ubicata in un pianeta orbitante intorno a Proxima Centauri, la stella più vicina al Sole.

Al momento, gli scienziati non si sbilanciano e stanno effettuando tutte le verifiche necessarie ad escludere che il segnale possa essere un elemento di rimbalzo terrestre ovvero possa essere riconducibile ad attività proprie del sistema stellare da cui proviene.

Qualora la natura artificiale e non terrestre del segnale dovesse essere confermata, saremmo in presenza del più grande evento nella storia dell’umanità ed avremmo la certezza dell’esistenza di forme di vita avanzate all’interno della nostra Galassia.


Sharing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *